Podacast: Fantasticare con Rodari

Con letture di tre racconti di Gianni Rodari

Il 23 ottobre 1920 nasce ad Omegna, in provincia di Novara, Gianni Rodari. Gianni Rodari è stato un grande autore per bambini e per ragazzi ed è stato insignito nel 1970 di quello che viene chiamato il “piccolo nobel”, il premio nobel per la letteratura per l’infanzia, vale a dire il premio Andersen.

Gianni Rodari è stato il primo autore italiano ad aver ricevuto questo premio. La sua produzione letteraria è di circa una settantina di opera tra filastrocche, poesie, racconti, romanzi, testi teatrali. Queste opere sono state però, composte e scomposte, riorganizzate, modificate tramite diverse curatele e per diverse edizioni scolastiche. Questo processo di unificazione e ri-unificazione delle sue opere è continuato anche dopo la sua morte, principalmente rispetto ai suoi scritti apparsi sul pionere e sul corriere dei piccoli.

Ma non si può dire che fosse solo uno scrittore: Gianni Rodari è stato giornalista. Ha cominciato nell’immediato dopo guerra e ha scritto per l’Unità, su Paese Sera, il Pionere, da dove sono poi nate le sue raccolte “Il libro dei perché” e “Favore al telefono". Prima ancora è stato insegnante di scuola elementare, e in un certo senso ci è rimasto tutta la vita.

Io credo che quello che l’ha reso bravo nel suo lavoro è stato il suo Orecchio Acerbo, che ha protetto per tutta la vita.